Senza categoria

che cosa fare con i gialloverdi?

Piaccia o non piaccia, il governo che sta per nascere rappresenta senz’altro un avanzamento nella dialettica politica del paese. Sconfitto rovinosamente il PD, messo all’angolo Berlusconi, il centro interpartitico che per anni (complice la benevolenza della Bce) ha ammorbato l’aria impedendo l’emergere dei veri problemi e dei conflitti decisivi è stato finalmente archiviato. Per la …

che cosa fare con i gialloverdi? Leggi altro »

Populisti 50 – Comunisti 1. Vogliamo parlarne?

Ci sarà modo di tornare sul significato politico, istituzionale e sociale di queste importantissime elezioni, ma una cosa balza agli occhi. Le classi che hanno maggiormente sofferto a causa della globalizzazione e dell’Unione europea, ossia, per dirla in soldoni, gli strati inferiori della borghesia e del proletariato, si sono apertamente ribellate all’ordine vigente, si sono …

Populisti 50 – Comunisti 1. Vogliamo parlarne? Leggi altro »

la gabbia dell’euro

Nel mesto panorama culturale della sinistra radicale l’ultimo libro di Domenico Moro (La gabbia dell’euro. Perché uscirne è internazionalista e di sinistra, Imprimatur, 2018) potrebbe, per usare una frase che piaceva a Stendhal, fare l’effetto “di un colpo di pistola nel bel mezzo di un concerto”. Potrebbe farlo (ma temiamo che non lo farà, dato che …

la gabbia dell’euro Leggi altro »

Macerata: quando i fatti indicano la luna il sinistrismo guarda il dito

Fino ai fatti di Macerata la campagna elettorale era stata generica, evanescente. Dopo ha preso un’altra piega: una brutta piega. La destra sembra aver conquistato il centrocampo della campagna. Salvini, che ha dedicato il 40% del suo programma alla sicurezza (dati Cattaneo), va a nozze. Berlusconi, in gara con la Lega, ha sparato le sue. …

Macerata: quando i fatti indicano la luna il sinistrismo guarda il dito Leggi altro »

Ha vinto Israele, la Palestina è morta. Ma è adesso che cominciano i guai veri

Riprendiamo volentieri questo nettissimo articolo di Fulvio Scaglione sulla questione palestinese, e ci chiediamo quanto della tragica “soluzione” di quella vicenda non sia da imputarsi anche all’assenza di un “attore d’area” votato alla pace ed all’equilibrio, quale potrebbe essere un’Italia che fosse capace di superare con realismo la propria attuale, penosa subalternità. La vicenda palestinese, …

Ha vinto Israele, la Palestina è morta. Ma è adesso che cominciano i guai veri Leggi altro »

Bagnai

Dunque Bagnai si candida con la Lega. Alcuni sono sconcertati, altri entusiasti. Crediamo abbiano torto entrambe le fazioni- Bagnai giustifica questa scelta a causa dell’insensato europeismo della pluralità della sinistra: né LeU, né Potere al popolo pongono la questione dell’uscita dall’euro. A sinistra, anzi, c’è chi stupidamente afferma che la scelta di Bagnai è la …

Bagnai Leggi altro »

L’etica di Lenin (ed altre note sul ’17)

Una inesausta tradizione critica imputa alla Rivoluzione del 1917 l’ ingiustificabile, eccessiva violenzache essa avrebbe esercitato contro gli uomini e le cose, ma soprattutto contro le leggi dell’evoluzione economica e della dinamica storica. Lo si chiami blanquismo, lo si imputi a hybris, lo si veda come opera dei demoni dostoevskijani o come applicazione delle aride geometrie …

L’etica di Lenin (ed altre note sul ’17) Leggi altro »